Descrizione della procedura

Background teorico
La differenza sostanziale del test a penetrazione rispetto al controllo a polvere magnetica è che difetti come incrinature, pori ecc. si possono dimostrare anche su materiali non magnetizzabili. In linea di principio, il metodo a penetrazione si basa sul fatto che una sostanza di penetrazione, per le sue caratteristiche specificamente impostate, non ha solo la tendenza a estendersi in modo ottimale su una superficie, ma anche di penetrare in qualsiasi difetto presente su tale superficie. Se si rimuove la sostanza di penetrazione in eccesso dalla superficie, si può rendere visibile la sostanza di penetrazione rimasta all'interno del difetto applicando un rivelatore.

Il metodo a penetrazione si può impiegare con mezzi di penetrazione visibili alla luce del giorno (test a penetrazione tramite colore) o fluorescenti, visibili ai raggi UV.

Svariate possibilit d'impiego
Con il test a penetrazione si possono dimostrare, in modo veloce e senza alcuna difficolt , i difetti superficiali dei componenti e della macchina su tutti i tipi di metalli ferrosi e non ferrosi, su molti materiali sintetici, su materiali ceramici, su vetro ecc. La condizione preliminare per questo metodo è che i difetti abbiano l'apertura verso la superficie. Questo metodo viene applicato anche nel controllo dei cordoni di saldatura, dei getti, nelle costruzioni navali, nella fabbricazione di veicoli, nella costruzione di apparecchiature e recipienti.